Trama

quando-diventa-grandi-tramaIl film si incentra sulla storia di Gualtiero, interpretato da Andrea De Rosa, un ragazzo di 26 anni che si è fatto conoscere fino a quel momento come un prodigio della scrittura.

Peccato che a quell’età e con tanta strada ancora davanti da percorrere sia incappato nel terrore più grande per uno romanziere: il blocco dello scrittore. Non sa cosa scrivere, non riesce più a tirare fuori nulla di buono dalla sua mente tanto che inizia ad avere diversi problemi con il suo capo, che tollera questa situazione per diversi mesi prima di dargli un ultimatum: ha 6 mesi di tempo per poter scrivere un nuovo romanzo, altrimenti è fuori.

Poiché Gualtiero non ha idea di cosa parlare è proprio il capo che gli suggerisce di prendere spunto dalla sua vita, partendo dagli inizi e arrivando fino ai giorni più recenti.

Così, Gualtiero inizia un viaggio dentro di sé e parla di tutti gli eventi che lo hanno portato ad essere quello che è oggi, dagli scetticismi dei familiari, che vedevano il mondo della scrittura come troppo effimero, fino alla realtà del dover lasciare la casa paterna per iniziare a vivere da solo, cosa non facile per nessuno, senza tralasciare nulla della sua relazione con una donna, una storia speciale ma sofferta allo stesso tempo, anche un po’ per il carattere decisamente particolare di lei.

Un bel film, da vedere tutto dall’inizio alla fine – dura 95 minuti in totale – , un budget di 1,5 milioni di euro – fonte imdb.com – che ha permesso di fare un ottimo lavoro, sicuramente anche grazie agli attori che vi hanno preso parte.